Dichiarazione sulle caratteristiche specifiche dello sport e sue funzioni sociali in Europa (NICE 2000) 1. 6.

Author/s: Zsuzsanna Kovács, Zsuzsanna Antal

Keywords: dichiarazione, sport per tutti, protezione dei giovani sportivi uomini e donne, solidarietà

Introduzione

Il Consiglio europeo ha preso atto della relazione sullo sport presentata dalla Commissione europea al Consiglio europeo a Helsinki, nel dicembre 1999, nell'ottica di salvaguardare le strutture sportive attuali e di mantenere la funzione sociale dello sport in seno all'Unione europea.

Il Consiglio europeo desidera in particolare che siano mantenuti la coesione e i legami di solidarietà che uniscono le pratiche sportive a tutti i livelli, l'imparzialità delle competizioni, gli interessi morali e materiali, segnatamente quelli dei giovani sportivi minorenni, nonché l'integrità fisica degli sportivi.

Sport per tutti - ALLEGATO IV (Dichiarazione, 2018) - DICHIARAZIONE SULLE CARATTERISTICHE SPECIFICHE DELLO SPORT E SUE FUNZIONI SOCIALI IN EUROPA, DI CUI TENER CONTO NELL'ATTUAZIONE DI POLITICHE COMUNI

Lo sport è un'attività umana che si fonda su valori sociali, educativi e culturali essenziali. È un fattore di inserimento, di partecipazione alla vita sociale, di tolleranza, di accettazione delle differenze e di rispetto delle regole.

L'attività sportiva deve essere accessibile a tutte e a tutti, nel rispetto delle aspirazioni e delle capacità di ciascuno e nella diversità delle pratiche agonistiche o amatoriali, organizzate o individuali.

La pratica delle attività fisiche e sportive rappresenta, per i disabili, fisici o mentali, un mezzo privilegiato di sviluppo individuale, di rieducazione, di integrazione sociale e di solidarietà e a tale titolo deve essere incoraggiata.

Gli Stati membri promuovono il volontariato sportivo, nell'ambito delle rispettive competenze, con misure che favoriscono una protezione pertinente e un riconoscimento del ruolo economico e sociale dei volontari, appoggiati, se del caso, dalla Comunità per quanto di sua competenza.

Il ruolo delle federazioni sportive

Il Consiglio europeo sottolinea l'importanza che annette all'autonomia delle associazioni sportive e al loro diritto a organizzarsi autonomamente per mezzo di adeguate strutture associative. Riconosce che le associazioni sportive hanno, nel rispetto delle normative nazionali e comunitarie e sulla base di un funzionamento democratico e trasparente, la missione di organizzare e di promuovere le rispettive discipline, segnatamente per quanto concerne le specifiche regole sportive applicabili, la formazione delle squadre nazionali, nel modo da esse ritenuto più conforme ai loro obiettivi.

Constata che, data la coesistenza dei vari livelli della pratica sportiva, dallo sport amatoriale allo sport di alto livello, le federazioni sportive svolgono un ruolo centrale nella solidarietà necessaria fra i vari livelli di attività: esse consentono l'accesso di un vasto pubblico alle manifestazioni sportive, il sostegno umano e finanziario alle pratiche dilettantistiche, la promozione della parità di accesso da parte delle donne e degli uomini all'attività sportiva a tutti i livelli, la formazione dei giovani, la tutela della salute degli sportivi, la lotta contro il doping, la lotta contro la violenza e le manifestazioni razziste o xenofobe.

Tali funzioni sociali comportano responsabilità particolari per le federazioni e basano il riconoscimento della loro competenza sull'organizzazione delle competizioni.

Pur tenendo conto dell'evoluzione del mondo dello sport, le federazioni devono restare un elemento chiave di un modo organizzativo che assicuri la coesione sportiva e la democrazia partecipativa.

Protezione dei giovani sportivi

Il Consiglio europeo sottolinea i vantaggi della pratica sportiva per i giovani e insiste sulla necessità che un'attenzione particolare sia prestata, soprattutto dalle associazioni sportive, all'educazione e alla formazione professionale dei giovani sportivi di alto livello, affinché il loro inserimento professionale non sia compromesso dalla carriera sportiva, al loro equilibrio psicologico e ai loro legami familiari nonché alla loro salute, segnatamente alla prevenzione del doping. Apprezza l'apporto delle associazioni ed organizzazioni che, nell'attività di formazione, rispondono a queste esigenze e offrono un contributo sociale prezioso.

Contesto economico dello sport e solidarietà

La vendita dei diritti di trasmissione televisiva costituisce oggi una delle più importanti fonti di entrate per talune discipline sportive. Il Consiglio europeo ritiene che le iniziative prese per favorire la messa in comune, ai livelli appropriati e tenuto conto delle prassi nazionali, di una parte degli introiti provenienti da tale vendita, siano positive per attuare il principio della solidarietà tra tutti i livelli di pratica sportiva e tutte le discipline.

References

Consiglio europeo - Nizza, 7-10 dicembre 2000, Dichiarazione sulle caratteristiche specifiche dello sport e della sua funzione sociale in Europa, di cui si dovrebbe tener conto nell'attuazione delle politiche comuni. Estratto da:

http://www.europarl.europa.eu/summits/nice2_en.htm?textMode=on, 2018.02.08

Bozza della dichiarazione relativa alle caratteristiche specifiche dello sport e alle sue funzioni sociali in Europa di cui tener conto nell'attuazione delle politiche comuni. Estratto da:

http://data.consilium.europa.eu/doc/document/ST-13948-2000-INIT/en/pdf, 2018.02.08)

Integrazione delle caratteristiche specifiche dello sport e delle sue funzioni sociali nell'attuazione di politiche comuni. Estratto da:

http://eur-lex.europa.eu/legal-content/EN/TXT/?uri=LEGISSUM:l35007 , 2018.02.08